Aggirare le assicurazioni per la classe di merito

Un argomento relativo all’assicurazione delle autovetture che spesso crea confusione ed incertezza nei futuri soggetti assicurati è la classe di merito e la possibilità per questa di essere ereditata da un parente o comunque da un membro del medesimo nucleo familiare.

Cosa è la classe di merito?

Questo particolare aspetto dell’assicurazione potrebbe incidere molto sul premio versato. La classe di merito varia di solito da un valore massimo di 18 (la situazione peggiore) fino ad un minimo di 1 (la classe più vantaggiosa) e si riesce a scalare questa “classifica” nel momento in cui non si viene coinvolti in sinistri stradali per almeno un anno, allora si parlerà di bonus, in questo caso si acquista una classe di merito. Il rovescio della medaglia mostra come si acquistino ben due classi di merito in negativo nel momento in cui il soggetto causi incidenti e si verifichino determinate condizioni ed in questo caso prenderà il nome di malus.

Legge Bersani, cosa permette?

Sostanzialmente questa legge è proprio quella che permette di poter ereditare da un parente la classe di merito. Risulta importante dire che il soggetto dal quale questa si eredita non deve necessariamente essere un parente ma deve comunque comparire nel medesimo stato di famiglia del beneficiario. Un’altra precisazione importante riguarda la situazione dei coniugi in comunione dei beni poiché questi, per le assicurazioni, si comportano come se fossero un solo soggetto e questo permette ad esempio al marito di ottenere la classe di merito di un auto anche se la vendita della precedente è stata effettuata su di un veicolo di cui la moglie era proprietaria.

Casi pratici non vietati dalla legge

Dato che l’eredità della classe di merito è possibile solo se ad esempio il figlio non è residente in modo autonomo, potrebbe verificarsi il caso in cui questo, che si trova proprio in questa situazione, desideri ereditare la classe di merito da un parente. In questo caso sarà possibile, senza violare la legge, spostare nuovamente la residenza nel nucleo familiare originario per beneficiare della legge e solo successivamente, passato un po’ di tempo, risultare nuovamente come residente autonomo.

Un’altra situazione interessante si conforma nel momento in cui siano presenti più autovetture appartenenti a diversi soggetti dello stesso stato di famiglia, di cui una avente un’assicurazione poco vantaggiosa. In questo caso sarà possibile effettuare un passaggio di proprietà tra i famigliari stessi così da stipulare una nuova polizza che erediti una buona classe di merito senza che la legge lo vieti. Anche se le assicurazioni tendono a scoraggiare questi raggiri, in realtà poco possono fare senza che la legge stessa le supporti.

2.67