Cosa fare in caso di sinistro in un parcheggio

Può capitare di recarsi al centro commerciale o piuttosto al cinema e al ritorno al parcheggio si viene a scoprire che la propria auto ha ricevuto un danno. Cosa fare in questo caso? Qual è l’atteggiamento dell’assicurazione?

Sinistro nel parcheggio pubblico.

Il parcheggio pubblico è quell’area adiacente ad esercizi pubblici (es. i supermercati) a cui può accedervi un numero indefinito di soggetti con il proprio veicolo, indipendentemente se il parcheggio sia o meno custodito oppure se presenti delle sbarre all’ingresso, se sia a cielo aperto o interrato.

L’accesso al pubblico rende questa area equiparata alla strada, ossia il luogo adibito alla circolazione di veicoli, pedoni e animali, e quindi anche il parcheggio pubblico è coperto dalle norme presenti nel Codice della Strada in materia di responsabilità.

Oltre a questo, opera anche l’art. 2054 C.c. (responsabilità per danni causati dalla circolazione dei veicoli) e l’obbligo della copertura assicurativa obbligatoria. La polizza non copre solo i sinistri determinati durante la circolazione all’interno dell’area adiacente al centro commerciale, ma si estende anche alle manovre connesse all’attività di sosta e parcheggio.

Colpevole noto e ignoto.

Se si è coinvolti in un sinistro in tale area e si conosce il responsabile con i relativi dati, si può procedere alla compilazione del modulo di constatazione amichevole (modulo CAI). Nel caso in cui il colpevole del danno sia ignoto, occorre presentare un’apposita denuncia presso una stazione di Polizia, in cui verrà rilasciato un documento necessario per l’erogazione di un eventuale risarcimento e che occorrerà quindi conservare.

La richiesta di risarcimento.

Se si conosce soprattutto la targa dell’auto che ha provocato il danno e gli altri estremi, si può presentare una domanda di risarcimento alla propria assicurazione. Da qui si aprono due strade: o rifarsi di una particolare garanzia che copre gli atti vandalici (se è stata attivata) oppure richiedere la franchigia ad un’apposita cassa per le vittime della strada.

Per presentare la richiesta a quest’ultimo fondo, è necessario che il responsabile non sia stato individuato e che comunque si sia agito con dolo o con colpa. In seguito al completamento delle relative indagini, si procede all’attivazione del risarcimento.

Sinistro nel parcheggio privato.

Il parcheggio privato è invece un’area privata adiacente ad esempio alle abitazioni e nelle quali ha libero accesso solo il proprietario o chi per lui, ma non il pubblico. Pertanto, i sinistri che avvengono in questo luogo non sono coperti da alcuna assicurazione e l’eventuale risarcimento è un obbligo che ricade necessariamente sul soggetto responsabile del danno.

0.00