Il trasferimento dell’assicurazione

Oggi è possibile trasferire la polizza assicurativa da un mezzo ad un altro, mantenendo il rispetto per la stessa tipologia di mezzo ed uguale proprietario. Eccezione è prevista nel caso di coniugi, dove è concesso il trasferimento della polizza all’altro, senza perdere la classe di merito. Inoltre il trasferimento della polizza avviene anche nel caso in cui il nuovo mezzo acquistato non sia nuovo, bensì usato. Riassumendo le caratteristiche del trasferimento della polizza assicurativa, per rendere più chiaro l’argomento, possiamo riassumere:

È consentito il trasferimento dal vecchio veicolo al nuovo, mantenendo il rispetto per la tipologia ed il proprietario, tranne l’eccezione concessa dalla legge.
Il trasferimento non influisce sulla classe di merito.
Il trasferimento avviene nei casi in cui il vecchio veicolo è stato: venduto; demolito; rubato, esibendo la relativa denuncia; presentando il certificato di cessazione della circolazione; rottamato; consegnato in conto vendita.
Le compagnie assicurative non possono rifiutarsi di concedere il trasferimento. Tuttavia applicano le proprie regole riguardo le condizioni della polizza assicurativa, come sottoscritte della stipula del nuovo contratto. Per effettuare il trasferimento serve: certificato del veicolo ed il precedente contrassegno; carta verde; atto di alienazione o che attesti uno dei casi precedentemente esposti; il libretto del veicolo appena acquistato;
Si può risolvere il contratto di assicurazione allo scopo di stipularne uno nuovo per il veicolo appena acquistato. Prima di procedere alla stipula, si dovrà operare il trasferimento di proprietà del vecchio veicolo, oppure deve verificarsi uno degli eventi elencati al punto precedente.
Il contratto di assicurazione sul nuovo veicolo può nascere dal trasferimento oppure stipula di un nuovo atto. Tuttavia in questo caso si eseguirà al calcolo di un nuovo premio assicurativo. Nell’ipotesi del trasferimento si attua esclusivamente una variazione del premio se i due veicoli appartengono ad una classe di rischio differente.
Alcune imprese assicurative consentono al titolare della polizza di usufruire del vecchio veicolo per recarsi presso la concessionaria o venditore per ritirare la nuova auto. In questo caso il contratto copre i rischi connessi alla tratta da seguire.
Il trasferimento della polizza assicurativa non può avvenire ad un soggetto differente, tranne nel caso dei coniugi. Il trasferimento operato a favore di un parente oppure affine non consente di mantenere la precedente classe Bonus/Malus, poiché si stipula un nuovo contratto.

Concludendo il trasferimento della polizza assicura fa venire meno alcune complicanze riguardo la stipula del contratto presso un’impresa assicuratrice. Il modificare il veicolo oggetto dell’atto consente di risparmiare in termini di denaro e di tempo, agevolando la circolazione e le pratiche di acquisto di una nuova auto.

0.00