Fuori Italia con il meglio della tua assicurazione auto

Viaggiare in treno e in aereo è certamente il modo più rapido per arrivare a destinazione, tuttavia moltissime persone preferiscono utilizzare la propria auto. Questa scelta è efficace in caso di destinazioni entro un certo raggio, e con l’auto al completo, oppure nel caso in cui decidiate di viaggiare per nave con il vostro mezzo al seguito.

Cosa fare prima di partire?

A questo punto, se desiderate muovervi con l’auto personale, ricordate di passare prima dal vostro assicuratore di fiducia per avere tutti i chiarimenti sull’assicurazione R.C. che comunque è valida, così com’è in Italia, anche in tutti i paesi UE ed alcuni altri che hanno accettato la specifica convenzione come Croazia, Norvegia, Svizzera e Turchia.

Quali sono i documenti indispensabili?

Accertatevi di avere a vostra disposizione, oltre alla patente, la “carta verde”, ovvero il certificato di assicurazione internazionale, e che questa non abbia delle limitazioni di validità poste in essere soggettivamente proprio dal vostro agente.
Non è infrequente, infatti, che qualche compagnia assicurativa non copra in caso di sinistro in specifici paesi esteri ritenuti a forte rischio truffa. Questa limitazione è espressa con una X nella casella del paese di riferimento.

Se fate l’incidente e l’altro scappa?

Prima della partenza è anche particolarmente importante che vi ricordiate di avere a disposizione il numero di telefono dell’ISVAP (Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni Private), il quale è in grado di trovare il proprietario di un veicolo pur conoscendo solo il numero di targa, fatto essenziale in caso di fuga del guidatore che ha creato l’incidente.

Cosa fare per tutelarsi al massimo?

Qualora viaggiaste verso destinazioni non convenzionate o voleste essere ancora più coperti dai rischi, è essenziale sottoscrivere alla frontiera in ingresso un’ulteriore assicurazione temporanea per la copertura dei danni sul territorio nazionale del paese ospitante. Un momento di approfondimento presso il vostro agente assicurativo prima di partire è particolarmente importante anche per avere informazioni circa la validità all’estero delle estensioni di tipo “all risks” della vostra R.C. nazionale, dato che queste coperture non sempre sono riconosciute applicabili per incidenti fuori Italia.

Il vostro assicuratore vi dice tutto?

Se la consulenza dell’assicuratore non fosse sufficiente, è opportuno contattare l‘Ambasciata Italiana del paese di destinazione in modo da avere ragguagli specifici sulle normative locali. Ogni partenza porta con sé un carico enorme di aspettative e ogni ritorno ci consegna un bagaglio culturale insostituibile, ma viaggiare sicuri e tutelati è un’opzione verso la quale non possiamo permetterci leggerezze, sia per noi stessi che per i nostri amici o famigliari. Essere competenti, informati e sicuri è il miglior passaporto per un viaggio meraviglioso e per compierne molti altri in serenità.

0.00