Le agevolazioni per disabili su auto e assicurazione in base alla Legge 104

Il possesso di un’auto o di altro mezzo di trasporto rende gli spostamenti di chiunque più agevoli, ma risulta essere particolarmente importante per coloro che sono affetti da disabilità. La disposizione di riferimento è la L.104/1992 che prevede per questa categoria di soggetti una serie di agevolazioni fiscali anche in merito all’acquisto e al mantenimento di un veicolo.

Chi sono i destinatari della L.104/92?

I soggetti che possono beneficiare del testo legislativo sono ricompresi in quattro categorie; sono ben specificate anche sul sito dell’Agenzia delle Entrate, nella sezione ad essi dedicata.
I destinatari sono infatti:

  • soggetti affetti da handicap psichico tale da essere titolari di un’indennità di accompagnamento;
  • soggetti con pluriamputazioni o che hanno particolari limitazioni nella deambulazione;
  • soggetti con capacità motorie impedite o comunque ridotte:
  • soggetti non udenti e non vedenti.

La L.104/92 in rapporto all’assicurazione.

Tale disposizione non prevede particolari agevolazioni in merito all’assicurazione per i disabili o per chi fornisce loro l’assistenza. Esistono però delle compagnie assicurative che discrezionalmente hanno stipulato con le associazioni di disabili delle specifiche convenzioni, con le quali poter fornire speciali polizze a prezzi vantaggiosi e comprensive di servizi quali montaggio delle catene, soccorso stradale per il disabile nonché cambio dei pneumatici forati.
Per beneficiare di ciò, occorre che l’assicurazione sia intestata al disabile stesso, dato che l’RC Auto si modella sull’attestato di rischio del proprietario dell’auto. Qualora il titolare della polizza sia un familiare convivente, tramite la Legge Bersani, a questo potrebbe applicarsi la stessa classe di merito del disabile.

Ulteriori agevolazioni auto previste dalla L.104/92.

La legge in questione stabilisce altri benefici che sono relativi all’acquisto e alla manutenzione dell’auto del disabile.

  • In particolare è prevista una detraibilità IRPEF al 19% del costo del veicolo acquistato, entro un massimo di € 18.075,99; detrazione che può essere richiesta interamente in un anno oppure divisa in 4 anni. La detraibilità copre anche le spese necessarie per la straordinaria manutenzione avvenute nei primi 4 anni dall’acquisto; sono quindi escluse assicurazione e benzina.
  • L’IVA anziché essere del 22%, è ridotta al 4%.
  • Sussiste poi l’esenzione per il pagamento dell’imposta di bollo (anche per veicoli acquistati prima dell’applicazione della L. 104/92) e dell’imposta di trascrizione in merito all’immatricolazione e ai passaggi di proprietà.
  • Le agevolazioni circa l’IRPEF e l’IVA si estendono anche alle spese relative ai vari adattamenti del veicolo, in modo da renderlo adeguato alle esigenze del disabile che è alla guida o che viene trasportato (cambio speciale, sedili a rotazione, sollevatori, etc.).
0.00